Giovane americano si tatua il logo di una compagnia telefonica in cambio di un iPhone 8

Giovane americano si tatua il logo di una compagnia telefonica in cambio di un iPhone 8

Giovane americano si tatua il logo di una compagnia telefonica in cambio di un iPhone 8

Niente prestito o contratto. Philip Harrison ci racconta come ha avuto il suo nuovo smartphone

13.10.2017 - 18:30

0

Cosa sareste disposti a fare per un iPhone? C’è chi farebbe davvero di tutto, proprio come l’Apple addicted Philip Harrison che è arrivato a...Continua a leggere su radio 105

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il ritorno  dell'eroe di Berlino. Grosso: "Emozionante, sono partito da qui"
CALCIO SERIE B

Il ritorno dell'eroe di Berlino. Grosso: "Emozionante, sono partito da qui"

"Come è stato tornare a Perugia? Bellissimo, alla vigilia della sfida ero emozionato. Mancavo a Perugia da tanti anni pur se sembra che il tempo si sia fermato. Qui ho vissuto due anni e mezzo che mi sono rimasti dentro, che mi hanno permesso di lanciarmi nel grande calcio” le parole di Fabio Grosso. L'attuale allenatore del Bari si era fatto conoscere al grande calcio grazie al Perugia di Serse ...

 
Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Ramallah (askanews) - Migliaia di palestinesi sono scesi in piazza a Ramallah, in Cisgiordania, una ventina di Km a nord di Gerusalemme, per protestare contro la scelta del presidente americano, Donald Trump di riconoscere proprio Gerusalemme come capitale dello Stato d'Israele, spostandovi da Tel Aviv la sede dell'ambasciata americana. Nel frattempo, Fatah, il movimento del presidente ...

 
Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Ramallah (askanews) - Migliaia di palestinesi sono scesi in piazza a Ramallah, in Cisgiordania, una ventina di Km a nord di Gerusalemme, per protestare contro la scelta del presidente americano, Donald Trump di riconoscere proprio Gerusalemme come capitale dello Stato d'Israele, spostandovi da Tel Aviv la sede dell'ambasciata americana. Nel frattempo, Fatah, il movimento del presidente ...