La moglie lo opprime e lui va a vivere nei boschi per 10 anni

La moglie lo opprime e lui va a vivere nei boschi

La moglie lo opprime e lui va a vivere nei boschi per 10 anni

Il The Indipendent ci racconta la storia di un giardiniere inglese che, oppresso dalla moglie sempre più ossessiva, lascia tutto e si rifugia nei boschi per 10 anni

16.10.2017 - 12:30

0

Che la vita di coppia sia complicata lo si sapeva già. Ma la storia di Malcom Applegate, giardiniere inglese oppresso dalla moglie, ha davve...Continua a leggere su radio 105

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cronaca

Militari tra la gente con operazione Strade Sicure

Un piccolo esercito disseminato su tutto il territorio nazionale, i soldati di Strade Sicure vigilano sulla sicurezza di passanti e luoghi d’arte, a presidio di obiettivi a rischio. Solo a Roma sono presenti in 2250 a protezione di 150 luoghi. Durante le festività natalizie hanno controllato circa 5000 persone e 1300 mezzi in tutta Italia.

 
Cronaca

Militari tra la gente con operazione Strade Sicure

Un piccolo esercito disseminato su tutto il territorio nazionale, i soldati di Strade Sicure vigilano sulla sicurezza di passanti e luoghi d’arte, a presidio di obiettivi a rischio. Solo a Roma sono presenti in 2250 a protezione di 150 luoghi. Durante le festività natalizie hanno controllato circa 5000 persone e 1300 mezzi in tutta Italia.

 
Cronaca

Militari tra la gente con operazione Strade Sicure

Un piccolo esercito disseminato su tutto il territorio nazionale, i soldati di Strade Sicure vigilano sulla sicurezza di passanti e luoghi d’arte, a presidio di obiettivi a rischio. Solo a Roma sono presenti in 2250 a protezione di 150 luoghi. Durante le festività natalizie hanno controllato circa 5000 persone e 1300 mezzi in tutta Italia.

 
Cronaca

Militari tra la gente con operazione Strade Sicure

Un piccolo esercito disseminato su tutto il territorio nazionale, i soldati di Strade Sicure vigilano sulla sicurezza di passanti e luoghi d’arte, a presidio di obiettivi a rischio. Solo a Roma sono presenti in 2250 a protezione di 150 luoghi. Durante le festività natalizie hanno controllato circa 5000 persone e 1300 mezzi in tutta Italia.