Cerca

Mafia: arrestato da Dia figlio boss Tano Badalamenti, era latitante da tre anni (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - "Il fenomeno del ritorno in Sicilia degli scappati, di cui fece parte anche Tommaso Buscetta, si può considerare uno spartiacque nella configurazione dei nuovi equilibri e degli assetti interni che si darà Cosa nostra - dicono ancora gli inquirenti - Il figlio di Don Tano Badalamenti il 22 maggio 2009 era già stato tratto in arresto in Brasile dal Ros dei Carabinieri nel corso dell'operazione Mixer - Centopassi, assieme ad altre 19 persone ritenute responsabili in concorso di associazione per delinquere di stampo mafioso, corruzione, truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche e trasferimento fraudolento di valori".

Leonardo Badalamenti, che in Brasile aveva assunto l'identità fittizia di un uomo d'affari brasiliano, tale Carlos Massetti, risultava inoltre indagato quale capo di un'organizzazione con ramificazioni internazionali, impegnata tra il 2003 e il 2004 nella negoziazione di titoli di debito pubblico emessi dal Venezuela, mediante l'intermediazione di un funzionario corrotto di quel Banco Centrale, destinati a garantire aperture di linee di credito in Istituti bancari esteri.