Cerca

Coronavirus, sullo stato di emergenza martedì il voto in Parlamento

  • a
  • a
  • a

ROMA (ITALPRESS) – Martedì ci sarà in Parlamento un voto sulla
proroga dello stato di emergenza per il coronavirus. Ad annunciarlo il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che non ha risparmiato una critica all’esecutivo, anche se non l’ha citato esplicitamente: “Mi auguro che sia l’inizio di una democrazia compiuta, perchè in Parlamento e al Senato siamo ormai gli invisibili della Costituzione”.
Dall’opposizione si ribadisce una netta contrarietà alla proroga. “Con l’emergenza Covid il Governo si è indebitamente appropriato di pieni poteri straordinari attribuibili, come previsto dall’articolo 78 della Costituzione, solo nello stato di guerra, stato che deve essere deliberato dalle Camere, quindi il Governo si è mosso fuori dal solco della carta costituzionale”, afferma il leghista Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.
Secondo il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani “sull’emergenza Coronavirus e per prevenire una seconda ondata, il governo deve confrontarsi con il Parlamento, deve perdere il vizio di fare sempre tutto da solo, perchè così non va”.
Dalla maggioranza il Pd si dice “pronto a sostenere qualsiasi scelta del Governo utile a contenere la pandemia. Chi nel mondo non lo ha fatto sta pagando un prezzo drammatico”, scrive su Twitter il segretario dem Nicola Zingaretti.
Il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti (Italia Viva) chiede comunque un cambio di passo rispetto ai primi mesi dell’emergenza: “Abbiamo l’occasione anche grazie all’Unione europea di disegnare un percorso di ripartenza, che sia un’occasione di quello sviluppo che da anni dobbiamo sbloccare – afferma in un forum all’Italpress -. Se la proroga ci permette di andare avanti sugli investimenti va bene, altrimenti sarebbe come continuare una situazione di stallo. Quindi bene prolungare, ma va fatto per investire sul futuro”.
(ITALPRESS).