Cerca

Covid-19, Brusaferro (Iss): c'è peggioramento generale, Rt a 1.03

Roma, 8 gen. (askanews) - In tutta Europa i contagi da Covid-19 crescono in modo significativo e anche in Italia c'è un peggioramento generale della situazione dopo il rallentamento delle ultime settimane. Lo ha spiegato il Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, commentando l'analisi dei dati del monitoraggio sul coronavirus della Cabina di Regia, ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità.

"Le conclusioni della cabina di regia questa settimana sono che si osserva un peggioramento generale della situazione epidemiologica del Paese, l'incidenza poi a 14 giorni torna a crescere dopo alcune settimane di decrescita e anche aumenta l'impatto sui servizi assistenziali. I dati portano tre Regioni con livello di Rt nel limite inferiore sopra a 1, altre con valore medio sopra 1, altre lo sfiorano, quindi sostanzialmente la gran parte delle Regioni è sopra la soglia dell'1 o vi si avvicina".

L'Rt nazionale si attesta a 1.03, la curva ha rallentato la decrescita, ha sottolineato Brusaferro, soprattutto nei posti letto in area medica, le terapie intensive sono stabili. Siamo sotto la soglia di allarme ma il margine è stretto e bisogna evitare un aumento dei casi, ha detto.

"Ci troviamo in una situazione moderata, prima eravamo in una situazione bassa, perché il trend dei casi in quasi tutte le Regioni è in crescita. Come vedete ci sono molte Regioni a rischio alto, due a rischio moderato con probabilità di progressione a rischio elevato e una a rischio basso. Le Regioni che superano il limite inferiore sono Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, quelle che lo superano nel valore medio sono Liguria, Molise, Sardegna, Sicilia, Umbria, Valle d Aosta; la Puglia ha un valore uguale a 1; lo sfiorano Lazio, Piemonte e Veneto, quest'ultimo ha anche un'incidenza molto alta".

In base al monitoraggio quindi tre Regioni da lunedì diventano arancioni: Calabria, Emilia-Romagna e Lombardia. Ma anche Sicilia e Veneto sono state inserite nella stessa zona perché lo hanno richiesto.