Cerca

Il sindaco di Odessa: c'è paura, ma faremo di tutto per restare

Milano, 25 mar. (askanews) - Odessa è una città in assetto da guerra. Qui si vive nell'attesa e nella paura che la Russia sferri nuovi e più intensi attacchi.

"Adesso la situazione a Odessa è tesa. Le persone vivono nella paura, i bambini vivono nella paura - dice il sindaco Gennadiy Trukhanov - L'ultimo bombardamento, due giorni fa (ndr. in realtà è stato quattro giorni fa) della popolazione civile, delle case dei civili, ha instillato ancora più paura".

In queste ore migliaia di cittadini scelgono se abbandonare tutto e scappare o restare.

"Certo che stiamo facendo tutto il possibile per rendere sicuro la permanenza in città. Ma nessuno può dare garanzie che domani o dopodomani o nel prossimo futuro non ci sarà un attacco aereo o un attacco missilistico. Quindi chi teme per la propria vita, chi teme per la vita dei propri figli, è un loro diritto, certo che possono andarsene".