Cerca

Oltre 80.000 turisti bloccati alle "Hawaii cinesi" per il Covid

Roma, 8 ago. (askanews) - Centinaia di persone in fila per il tampone anti-Covid sulll'isola di Hainan, considerata come le Hawaii della Cina, e popolare per il surf, dove 80mila turisti cinesi sono bloccati dopo la scoperta di oltre 400 casi di coronavirus nella città balneare di Sanya, che conta oltre un milione di abitanti.

Pechino continua con la sua politica "zero Covid" e le autorità locali hanno cancellato tutti i voli in partenza e bloccato la vendita dei biglietti ferroviari. "Gli hotel sono tenuti a non alzare i prezzi degli alloggi, a non aumentarli in modo dissimulato e a non rifiutare le richieste dei turisti di prolungare il loro soggiorno - ha detto Ye Kaizhong, vice segretario generale del governo municipale di Sanya -. Dovrebbero inoltre concedere uno sconto del 50% per il prolungamento del soggiorno in base alle tariffe del venerdì, quando i turisti hanno già effettuato il check-in".

I turisti che vogliono partire devono risultare negativi a cinque test molecolari nell'arco di sette giorni, hanno dichiarato le autorità sanitarie.